CBF story

At the end of the 70s, in line with its best competitors, Honda innovates its four-cylinder engines equipping them with double overhead camshafts.

Alla fine degli anni ’70 Honda innova i suoi motori quattro cilindri dotandoli del doppio albero a camme in testa mettendosi in pari con la migliore concorrenza.


The new CB750 K is introduced during the 1978 Cologne Motorcycle Show. It is equipped with the new DOHC engine with a better performance but the aesthetics and the cycling solutions are not convincing. The line is smooth but more massive than in previous Four, the attitude is very touristic, there are 4 separate mufflers and it’s provided once again with a rear drum brake. The CB750K takes the place of the SOHC CB750 Super Sport, but the latter has a sportier attitude and three disc brakes. Among the CB750 four models, the first DOHC is certainly the least successful.

La nuova CB750 K è presentata al salone di Colonia nel 1978: è dotata del nuovo motore con migliori prestazioni ma l’estetica e le soluzioni ciclistiche non convincono. La linea è tondeggiante ma più massiccia che nelle precedenti Four, l’assetto è decisamente turistico, vengono riproposte le 4 marmitte separate e al posteriore c'è di nuovo un freno a tamburo. La CB750K prende il posto della CB750 Super Sport SOHC, che però ha un aspetto più sportivo e tre freni a disco. Tra tutte le CB750 four, la prima DOHC è sicuramente la meno riuscita. 


Before becoming a legend of the MotoGP, Freddie Spencer dominates the superbike AMA championship with a CB750F. This is a replica of that bike,  based on a 1100cc Bol d'Or bored to 1196cc with Wiseco pistons and with a Vance&Hines 4 in 1 exhaust system. Alfredo Meloni added modern Ohlins suspensions and a new swingarm to his bike to accommodate 17"wheels. / Prima di gareggiare nel moto GP, Freddie Spencer domina con la sua CB750F le gare di superbike del campionato AMA. La replica di questa moto, ma su base Bol d’Or 1100, e ulteriormente pompata sino a 1196cc grazie a pistoni Wiseco è in queste foto. Alfredo Meloni ha poi aggiunto moderne sospensioni Ohlins e un nuovo forcellone per accogliere le ruote da 17” e uno scarico Vance&Hines 4 in 1.

Luckily, at the beginning of 1979 the new CB900F is introduced. It bears the "Bol d'Or" logo on its side panels to remind the noble heritage from the competition model. The engine derives from the 750cc but bore and stroke are increased (64,5 x69 mm, totalling 901.8 cc). Honda chooses a long-stroke engine to reduce the width of the engine and keeps the same bore of the CBX 1000 six engine, taking advantage of its proven fluid dynamics. The CB900F has a markedly sportier and more modern line than the 750K. The mix of performance and look makes it immediately an object of desire, even if the chassis has not yet reached the high standards of the best Italian production. This bike will become a legend. 

Per fortuna, all’inizio del 1979 è presentata la CB900F. Reca sui fianchi il logo “Bol d'Or” a ricordare la nobile discendenza dal modello da competizione. Il motore deriva dal 750cc ma con misure di alesaggio e corsa maggiorate (64,5x69 mm per complessivi 901,8 cc). L’Honda sceglie la corsa lunga per contenere gli ingombri trasversali e mantiene l'alesaggio di 64,5 mm del motore CBX 1000 6 cilindri, sfruttandone così la collaudata fluidodinamica. La CB900F ha un'indole più sportiva e una linea più moderna della 750K. Il mix di prestazioni e look ne fanno subito un oggetto del desiderio, anche se la ciclistica non ha ancora raggiunto gli elevati standard della migliore produzione italiana. E’ una moto che resta un mito ancora ai nostri giorni. 

This CB 750K has been provided with series F gas tank. But it is the only component of the body remained after the drastic slimming diet by Officine Cafe Triple. The engine has been tuned with polished intake ducts, lowered head and carburetors with K&N conic filters.  / Anche questa 750K ha un serbatoio della serie F. Unico componente di carrozzeria rimasto dopo la drastica cura dimagrante di Officine Cafe Triple. Anche qui il motore è stato preparato con condotti lucidati, testata abbassata e carburatori con filtri K&N aperti.
In February 1980 the new CB750F enters into production. The look is the same of the 900 but the heart is from the 750K. It’s got a 4-in-2 exhaust system, 79HP and a three disks braking system, with new master cylinder and calipers at the front. 

Nel febbraio 1980 esce la CB750F. La linea replica quella della 900 ma il cuore è quello della 750K. L'impianto di scarico è ora un 4 in 2, la potenza è di 79CV. L'impianto frenante ha tre dischi, con nuova pompa e nuove pinze all'avantreno. 


Shot by and for Inazuma Cafe @ Motodays 2014 - Yesterbike area

Share this:

ABOUTINAZUMA CAFE

You are reading Inazuma Cafe: probably the best Italian, English speaking, custom/caferacer motorcycles' website. / Siete all'Inazuma Café: probabilmente il miglior sito italiano, anche in lingua inglese, in materia di moto custom/caferacer.

JOIN CONVERSATION

    Blogger Comment

0 comments:

Post a Comment

Unsigned comments will be removed / I commenti non firmati saranno rimossi.