Inazuma SLECS by FMW



Today, I want to show you the last version of my 2002 GSX750 Inazuma, which I have just rode back to Rome from Ancona where my friend Lollo, the talented Lorenzo Fugaroli aka. Fugar Metal Worker, completed for me "some" significant improvements to the frame and the bodywork. But I don't want to waste his art with too many useless words. Let's the pics talk for the project. I took them yesterday at sunset at the Marble Stadium in Rome... What SLECS stand for? Check it out in the rest of this post, where you'll find all the details of my project.

Oggi voglio mostrarvi l'ultima versione della mia GSX750 Inazuma del 2002, che ho appena riportato a Roma da Ancona dove il mio amico Lollo, il talentuoso Lorenzo Fugaroli noto come Fugar Metal Worker, ha realizzato per me "qualche" significativo miglioramento al telaio e alla carrozzeria. Ma non voglio rovinare la sua arte con un mucchio di parole. Lascio che le foto che ho scattato al tramonto allo Stadio dei Marmi di Roma, parlino per il progetto... Che significa SLECS? Scopritelo nel resto di questo post, dove troverete tutti i dettagli del mio progetto.




Chassis: Stock front-end, revised forks with Ohlins springs and high density oil. GSX1200 triple tree top. Accossato one-off clip-on’s. Rear end: Bitubo shocks. Pirelli Diablo Rosso II tires. 
Powertrain: Stock engine: DOHC 4 Cylinder Oil/Air cooled, 16 valve, 750 cc. Power (crankshaft): >86 HP @ 9500 rpm Torque: >66.7 Nm @ 8500 rpm. Dynojet stage 1 carburetors kit and K&N air filter. 4-1 stock exhausts. Muffler and connection pipe by Mass. Tuning by Café Triple.
Frame and bodywork: Subframe raised approx 5 cm, entirely rebuilt and handmade by FMW in Ancona. Omega Racer's adapted seat. Custom side panels, handmade and pinstriped by FMW. Raised gas tank. Kompo-tech front fender on modified Norman Hyde’s aluminum mounting bracket. Custom registration plate holder by FMW. Billet aluminum bar end mirrors. Modified headlight brackets. Paintwork by Tony Raia.
Electrics: Motoscope Classic multifunction tachometer by Motogadget. FMW custom billet aluminium gauge bracket. Repositioned aluminum bullet indicators. Fuel level gauge cup by FMW. Rear light by Café Race.



Ciclistica:Avantreno di serie con forcella migliorata con molle Ohlins e olio ad alta densità. Piastra forcella GSX1200. Semimanubri rialzati Accossato prototipo. Retrotreno ammortizzatori Bitubo. Pirelli Diablo Rosso II (120/70 ZRI7; 170/60 ZRI7).
Meccanica: Motore di serie: quadricilindrico bialbero. camme in testa raffreddato ad aria e olio, 16 valvole, 750 cc. Potenza (all’albero): oltre 86 CV a 9500 giri Coppia: oltre 66.7 Nm @ 8500 rpm. Kit carburatori Dynojet Stage 1 e filtro aria K&N . Collettore di scarico 4 in 1 di serie. Raccordo su misura e terminale Mass. Messa a punto di Café Triple, Roma. 
Telaio e carrozzeria: Telaio sottosella sollevato di circa 5 centimetri, totalmente ricostruito artigianalmente da FMW in Ancona. Sella Omega Racer, adattata. Pannelli laterali artigianali in alluminio, battuti a mano e verniciati da FMW. Serbatoio carburante riposizionato. Parafango anteriore Kompo-tech con staffa di montaggio in alluminio Norman Hyde, adattata. Portatarga e relativo supporto realizzato da FMW. Specchi bar end in alluminio dal pieno. Staffe faro anteriore modificate da FMW. Pinstriping: Tony Raia. 
Electrics: Contagiri multifunzione elettronico Motoscope Classic di Motogadget montato su staffa in alluminio billet, tagliato e sagomato a mano da FMW. Indicatori di direzione bullet in alluminio riposizionati. Indicatore di livello del carburante custom realizzato da FMW. Luce posteriore da Café Race.





Uh... I was forgetting... SLECS (in English BSTA) stands for Broad Shoulders, Tight Ass! That's the way my friend Frankye named my bike when he first saw it in the Lollo shop floor... Do you think is too derogative for a gentleman's ride?

Uh ... dimenticavo ... SLECS è l'acronimo di Spalle Larghe e Culo Stretto! Questo è il modo in cui il mio amico Frankye ha chiamato la mia Inazuma quando ha visto la prima volta nel l'officina di Lollo ... Pensate che sia troppo volgare per la moto di un gentiluomo?


Bike design and photographs Inazuma Cafe Racer ©

Share this:

ABOUTINAZUMA CAFE

You are reading Inazuma Cafe: probably the best Italian, English speaking, custom/caferacer motorcycles' website. / Siete all'Inazuma Café: probabilmente il miglior sito italiano, anche in lingua inglese, in materia di moto custom/caferacer.

JOIN CONVERSATION

5 comments:

  1. SLECS...avevo pensato subito ad una leccata...

    ReplyDelete
  2. Proprio bella, complimenti!
    Ma una bella Yamaha SR come seconda moto....? :-)

    ReplyDelete
  3. Perché no?
    Trovamene una a un prezzo stracciato :-)

    ReplyDelete
  4. se posso umilmente dire , avrei distanziato maggiormente le frecce dagli ammortizzatori , ma nel complesso e' venuta stupendamente. In che modo e' stato riposizionato il serbatoio , ovvero in che direzione ? BEL LAVORO , NON C'E' CHE DIRE !

    ReplyDelete
  5. Il serbatio è sollevato nella zona sella di alcuni cm e ruotato in avanti. In tal modo è allineato al nuovo contotelaio sottosella, più alto. Ed ora le gambe hanno una posizione giusta... Assetto, quota sella e serbatoio spostano il baricentro in avanti quanto basta... La moto ha un'altra dinamica!

    ReplyDelete

Unsigned comments will be removed / I commenti non firmati saranno rimossi.