Readers' rides: The Dhaka Racer


The café racer style has no boundaries, and even in Bangladesh there are Inazuma readers and bikeriders who want to tell us their stories.
Adnan works as photo-journalist in Dhaka, and uses the bike to roam around the city for news coverage. But he decided to do it "in style"...

Lo stile café racer non ha confini, e anche in Bangladesh ci sono lettori dell’Inazuma cafe e riders che vogliono raccontare le loro storie. Adnan lavora come fotogiornalista a Dhaka, e utilizza la moto per muoversi in città per i suoi servizi. Ma ha deciso di farlo con stile. 


When he started this job, he looked for a second-hand Honda CG 125, a reliable bike he has always loved since he was a child. But, as his budget was extremely limited, he soon discovered that he couldn’t afford a Honda. He finally found an almost wrecked Xingfu XF 125, a Chinese replica of the CG125. “What I bought was like a piece of scrap, the engine housing had too many oil leakages”. But he bought it anyway and fixed the leakage somehow in order to have a useful ride. 

Quando ha iniziato questo lavoro, Adnan ha cercato una Honda CG125 di seconda mano, una moto affidabile che ha sempre amato fin da quando era bambino. Ma, dal momento che il suo budget era molto limitato, presto ha scoperto che non poteva permettersi una Honda. Finalmente ha trovato una Xingfu XF 125, una replica cinese della CG125, in pessime condizioni. "Quello che ho comprato era un rottame, il motore perdeva olio ovunque". Ma l’ha comprata lo stesso e riparato le perdite alla meno peggio per avere un mezzo utile.





Over two years, he saved money enough to buy a CG125 engine housing, recovered from a scrap motorbike in a Police dumpyard and finally fixed the oil leakages. But, at this point Adnan wanted some more. So he bored the engine to 175cc. “After watching a video on Youtube, I falled in love with the basic design of caferacers and I decided to give my bike a shape. Again, I started looking for second-hand or scrap parts for it. I wanted to make the fuel tank four inches long and have a single seat but I left the idea after getting a huge protest from my girlfriend… A friend of my mechanic found me a rusty exhaust of an old Enfield bike. The four speed transmission was replaced with a five speed one… I decided to have the largest drum available here: both front and rear drums are 130mm, replacing the stock 110mm drums. ... The headlight came from a scrap Yamaha 80cc two stroke bike. The frame was hand painted since I couldn’t afford a good spray paint. I sprayed the fuel tank and headlight in black with a spray can. The handle bar is from a Yamaha FZ 150 and the round speedometer is a non-brand Chinese one. It is far difficult to find custom parts like air-filter pod, dry-cell batteries, pipe-wraps etc so I left thinking of them aside and gave this shape with what I found around”. Well done: sweat and little money, a lesson for all of us.

In due anni, ha risparmiato abbastanza soldi per comprare i carter motore di una CG125, recuperati da un relitto in un magazzino della polizia e, finalmente, ha definitivamente riparato le perdite di olio. Ma, a questo punto Adnan voleva di più. Così ha portato la cilindrata a 175cc. "Dopo aver visto un video su Youtube, mi sono innamorato dello stile essenziale delle caferacers e ho deciso di dare forma alla mia moto. Ancora una volta, ho iniziato a cercare parti di seconda mano o di recupero. Volevo montare un serbatoio minimal e una sella monoposto. Ma ho abbandonato l'idea alle proteste da mia ragazza... Un amico del mio meccanico mi ha trovato uno scarico arrugginito di una vecchia Enfield. Il cambio a quattro marce è stato sostituito con uno a cinque... Ho scelto i freni a tamburo più grandi che ho trovato qui: entrambi i tamburi sono da 130 millimetri invece di quelli di serie da 110... Il faro è arrivato da un relitto di Yamaha 80cc a due tempi. Il telaio è stato verniciato a pennello dal momento che non potevo permettermi una buona vernice spray. Serbatoio e faro invece li ho verniciati in nero con una bomboletta spray. Il manubrio è di una Yamaha FZ 150 e il tachimetro è cinese, senza marca. Da queste parti è molto difficile trovare componenti custom come filtri aria conici, batterie a secco, fasce per gli scarichi ecc. Così ho lasciato perdere e ho finito la moto con quello che ho trovato in giro". Olio di gomito e pochi mezzi. Una lezione per tutti noi.




Share this:

ABOUTINAZUMA CAFE

You are reading Inazuma Cafe: probably the best Italian, English speaking, custom/caferacer motorcycles' website. / Siete all'Inazuma Café: probabilmente il miglior sito italiano, anche in lingua inglese, in materia di moto custom/caferacer.

JOIN CONVERSATION

    Blogger Comment

0 comments:

Post a Comment

Unsigned comments will be removed / I commenti non firmati saranno rimossi.