Readers' rides: Kurt's Virago


Kurt von Blanckensee's 1982 XV920 Virago custom build by Moto-Von

The Yamaha Virago, a iconic ugly duckling of the motorcycle world, was first introduced in 1981. Although originally designed as a cruiser, it has become the darling of the custom cafe racer world because it provides the perfect platform for customization. Kurt von Blanckensee of Moto-Von in Morgantown, WV says "Yamaha built tens of thousands of Virago's between 1981 and 2003. They can be purchased inexpensively on Craig's List, there are plenty of parts available on Ebay, and a huge thriving Virago Internet community".

La Yamaha Virago, iconico brutto anatroccolo del panorama motociclistico, venne presentata nel 1981. Anche se originariamente concepita come una cruiser, è diventata la beniamina del mondo custom cafe racer perché rappresenta una perfetta piattaforma per una trasformazione. Kurt von Blanckensee fondatore della Moto-Von di Morgantown, in West Virginia spiega: "Yamaha ha costruito decine di migliaia di Virago di tra il 1981 e il 2003. Si possono acquistare a buon mercato sul mercato dell'usato, ci sono un sacco di ricambi disponibili su Ebay, e una fiorente comunità di appassionati sul web" .




The Virago seen here started out as a 1982, 920 with 12 thousand miles that Kurt found in Dallas, Texas. "I love the lines of the Virago once I stripped off over 75 pounds of cruiser weight. Underneath is a beautiful v-twin motor cradled by a steel backbone with a mono shock and shaft drive." With a clean slate to start with, Kurt started first with the motor which only needed new gaskets, upgraded starter and a new Barnett clutch. The frame was de-tabbed, painted and a new rear subframe was fabricated. The electrical system was next. Kurt decided to remove the 5 pound wiring harness and start new with a Motogadget-m system. The Motogadget system replaces all fuses and relays with a small box the size of a pack of cigarettes. Kurt states "the Motogadget unit and switches were so easy to install and operate. It even has a built in alarm and uses a fob instead of a key to start the bike." An anti-gravity mini battery was added to save weight. Next a NOS Mojave gas tank was pur chased from a collector. Kurt notes "since I was powder coating almost everything on the bike, I decided to do the tank too." The final product is remarkable. A Moto Lanna seat with red stitching to match the tank was added. For the suspension, a Hagon mono shock at the rear and custom progressive forks up front. A custom 2 into 1 ceramic coated exhaust was fabricated with a Cone Engineering reverse cone slip on. For controls, Tarrozi clip-ons, Magura levers and Joker Machine rearsets were installed. Dunlop 404 tires on stock powder coated black rims were utilized. Kurt decided to keep the stock Hitachi carbs. "I knew the stock carbs could be modified to work correctly. After rebuilding and re-jetting, they work great". A custom air cleaner was also installed. Kurt went to the parts bin for a Moto Guzzi headlight, Ducati front fender and Dime City mini speedometer. Kurt's attention to detail is seen everywhere on the bike from all the custom machined parts he manufactured to the beautiful chrome and powder coated finishes. This Virago runs as good as it looks! According to Kurt "taking all that weight off the beast and adding decent handling really turns the former ugly duckling into a real performer". I agree, and hope to see more custom cafe's from Moto-Von in the future.’ 





La Virago in questione è del 1982, modello XV 920 con poco meno di 20.000 km che Kurt ha trovato a Dallas, in Texas. "Amo le linee della Virago una volta tolti i più di 35 chili di orpelli cruiser. Sotto il pesante vestito c'è un bel motore bicilindrico a V incastonato in un telaio monotrave d'acciaio, monoammortizzatore e trasmissione cardanica." Partendo da un foglio bianco, Kurt ha iniziato dal motore che aveva solo bisogno nuove guarnizioni, la revisione dell'accensione e una nuova frizione Barnett. Il telaio è stato ripulito degli attacchi dotato di un nuovo telaietto posteriore artigianale e e riverniciato. L'impianto elettrico è venuto subito dopo. Kurt ha deciso di rimuovere quasi tre chili di  cablaggio e realizzarne uno nuovo, utilizzando un sistema Motogadget-M. Il sistema Motogadget sostituisce tutti i fusibili ed i relè con una piccola scatola delle dimensioni di un pacchetto di sigarette. Kurt afferma "l'impianto e gli interruttori Motogadget sono risultati facili da installare e da usare. Il sistema è dotato persino di allarme ed utilizza un sistema keyless RFID per avviare la moto." Per risparmiare peso, Kurt ha scelto una batteria a ioni di litio cd. anti-gravity. Il serbatoio di origine Benelli Mojave è stato reperito da un collezionista. Kurt nota "visto che ho verniciato a polvere quasi tutto sulla moto, ho deciso di verniciare il serbatoio da solo." Il prodotto è notevole. È stata poi aggiunta una sella Moto Lanna con cuciture rosse in tinta con il serbatoio. Come sospensioni, al posteriore è stato installato un mono Hagon e per l'avantreno è stato scelto di adattare una forcella progressiva aftermarket. Lo scarico artigianale 2 in 1 con rivestimento ceramico è stato realizzato con un terminale a doppio cono della Cone Engineering. Per i comandi sono stati installati semimanubri Tarrozi, leve Magura e pedane Joker Machine. I pneumatici sono Dunlop 404 sui cerchi di serie verniciati a polvere nera. Kurt ha deciso di mantenere i carburatori Hitachi di serie. "Sapevo che i carburatori di serie potevano essere modificati per funzionare al meglio. Dopo la ricostruzione e la modifica dei getti, infatti, vanno alla grande". Il filtro dell'aria è stato sostituito con uno artigianale. Il faro, di recupero, è arrivato da una Moto Guzzi, il parafango anteriore è Ducati e il mini tachimetro è un prodotto Dime  City. L'attenzione di Kurt al dettaglio si vede un po' ovunque sulla moto. E questa Virago pare vada tanto bene quanto la sua estetica! Secondo Kurt "levare tutto quel peso e l'aggiunta di un assetto decente trasforma l'ex brutto anatroccolo in una vera performer". Siamo d'accordo, e speriamo di vedere più  Moto-Von custom in futuro '. 





By Kurt von Blanckensee, Moto Von - West Virginia, USA

Share this:

ABOUTINAZUMA CAFE

You are reading Inazuma Cafe: probably the best Italian, English speaking, custom/caferacer motorcycles' website. / Siete all'Inazuma Café: probabilmente il miglior sito italiano, anche in lingua inglese, in materia di moto custom/caferacer.

JOIN CONVERSATION

    Blogger Comment

0 comments:

Post a Comment

Unsigned comments will be removed / I commenti non firmati saranno rimossi.