Don Luis R100 Racer by XTR


Every time Pepo sends me the pictures of his builds it's party time and a lesson of style. 
This 1992 BMW R100R Roadster is now a dream racing bike...

Ogni volta che Pepo Rosell mi manda le foto di una sua realizzazione è tempo di festa, e una lezione di stile.
Questa R100R Roadster del 1992, ora, è una sportiva da sogno.


The stock frame has been reinforced with additional tubes and a new sub frame added to match the new tail. The trellis has been painted by Pintumoto. The complete front end is coming from a Ducati Sport Classic and provided with Discacciati brake rotors and CNC machined brake calipers. Discacciati is also the brand of the radial brake pump while new Kevlar brake lines are supplied by Frentubo. The rear end has been enriched with an Ohlins shock. In respect of the commands we have: Tomaselli clip ons, Suzuki GSXR 600 foldable and adjustable clutch lever, modified Derbi GPR 50 footlevers support matched with Tarozzi foot levers, Yamaha TRX side stand. 

Il telaio di serie è stato dotato di tubi di rinforzo e di un nuovo supporto sottosella di supporto al codino racing. Il traliccio è stato verniciato da Pintumoto. L’avantreno completo è di una Ducati Sport Classic e dotato di dischi Discacciati e pinze freno lavorate CNC. Discacciati è anche la marca della pompa freno radiale, mentre i nuovi tubi freno in Kevlar sono Frentubo. Il retroteno è stato nobilittao con un ammortizzatore Ohlins. Per quanto riguarda i comandi abbiamo: semimanubri Tomaselli, leva della frizione pieghevole e regolabile Suzuki GSXR 600, supporti pedane Derbi GPR 50 modificati, abbinati con leve Tarozzi. Il cavalletto laterale era di una Yamaha TRX. 



When it comes to the engine, the cure included cut and lightened crankcase, engine repositioned to increase the ground clearance, lightened, blueprinted and tuned: worked and flowed heads, provided with high compression light pistons, new racing camshaft. In order to properly cool and lubricate all this good staff, a new oil sump, external oil filter and a Ducati Paso oil radiator with external hoses were added. To improve breathing, Pepo opted for Keihin FCR 40 carbs with DNA air filters, driven by a Tomaselli quick throttle, chose his usual Supermario (2 in 1) exhaust system with a megaphone free muffler. The latter, named “Il Trombone” was expressly designed by Pepo and made by Spark to brighten the voice of this beauty. 

Per quanto riguarda il motore, la cura ha previsto il taglio e alleggerimento del carter, il riposizionamento per aumentare la luce a terra, la messa a punto scrupolosa: teste lavorate e flussate, pistoni leggeri ad alta compressione, nuovo albero a camme da competizione. Al fine di raffreddare e lubrificare correttamente tutto questo ben di Dio, sono state aggiunte una nuova coppa dell'olio, filtro olio esterno e un radiatore olio Ducati Paso con tubi esterni. Per migliorare la respirazione, Pepo ha scelto una coppia di carburatori Keihin FCR 40 con filtri aria DNA, comandati dal gas-rapido Tomaselli, ha scelto il suo solito sistema di scarico Supermario (2 in 1) con marmitta libera a megafono. Quest'ultima, denominata "Il Trombone" è stata espressamente progettata da Pepo e realizzata da Spark per schiarire la voce di questa bellezza. 





The bodywork, pinstriped by Artenuta, includes the modified Moto Guzzi fuel tank, the custom carbon fibre front fender, the bespoke fairing with twin lights hold by self made front bracket. The solo seat is a modified Yamaha TZ component. Even the licence plate support is by XTR. 

La carrozzeria, verniciata da Artenuta, prevede il serbatoio di origine MotoGuzzi modificato, il parafango anteriore in fibra di carbonio, il cupolino artigianale a doppio faro su supporti autocostruiti, la coda rilavorata di una Yamaha TZ e il portatarga artigianale. 




The re-engineered electrics features a LIPO battery, Silent Hetkit electronic front crankshaft ignition with 16 mappings, a new electronic regulator, twin coils and twin spark heads. Other staff are: the Motogadget dashboard, the Leonelli lights switch, the Domino start button, a Montesa tail light, the Vicma led blinkers. 

L’impianto elettrico riprogettato comprende la nuova batteria ai litio polimeri, il motorino di accensione e l’accensione elettronica Silent Hetkit con 16 possibili mappature, nuovo regolatore elettronico, doppie bobine e teste a doppia accensione. Altre cosucce sono: la strumentazione motogadget, il devioluci Leonelli, il pulsante di acesnione Domino, il fanalino Montesa e gli indicatori a led Vicma. 






Photos by Cesar Godoy 


Share this:

ABOUTINAZUMA CAFE

You are reading Inazuma Cafe: probably the best Italian, English speaking, custom/caferacer motorcycles' website. / Siete all'Inazuma Café: probabilmente il miglior sito italiano, anche in lingua inglese, in materia di moto custom/caferacer.

JOIN CONVERSATION

    Blogger Comment

0 comments:

Post a Comment

Unsigned comments will be removed / I commenti non firmati saranno rimossi.