Full width home advertisement

Post Page Advertisement [Top]


Coroico-Challapata-Potosi: 645 km - 4,000m. a.s.l. on average. 

"It took me two days - Salvatore says - Beautiful landscapes and good weather. I should have stopped overnight in Oruro, but I preferred to carry on riding, since the city, in addition to the carnival, has nothing to offer. I arrived to Challapata at night, a remote place that had some visibility only thanks to the 2016 Dakar race. Challapata does not offer any degree of accommodation. So, I find the only place able to host my bike in a shelter, the Alojamento Universal. A room with nothing, shared bathroom ... I think that the last time the bed sheets were changed was for the 2016 Dakar. The towel deserves a special mention: bloody dirty. I had to argue a lot to get one, let's say, clean. But for 3 euros a night, I'm happy. I spend the night in the sleeping bag and. early in the morning, I leave for Potosi. Pretty city: a whole climb up and down place, which at 4,070 m asl. is a great effort. Here I had one of the most incredible experiences of my life: a visit to the silver mines. Cerro de la Plata is the real wealth of this place and some ex-miners, in order to help the local cooperatives, organize tours in the mines... in full swing. Before entering the mine, we stop at the market to buy (optional) items to give to the miners: water, coke, pure alcohol and... dynamite! It is their custom on Friday to drink pure alcohol to celebrate the end of the working week. It is a kind of propitiatory rite, which, in spite of myself, I accomodate (the guide said it was very rude not to accept). During the visit, however, we had to stop in a 'safe' corner because ten explosive charges had to detonate. What a joy for me that I hate closed spaces. After a minute in the mine I had to pull over to take a breath and try to manage a very deep sense of asphyxiation. I don't recommend anyone to pay a visit like this, or, at least, if you really want to, make sure that there are no detonations scheduled in advance. I will never forget this day. I will never forget the dignity of the miners, so shy and private but very proud of their extremely dangerous work. The images and the video (to be listened with audiomode=on) speak for themselves."

"Ci ho messo due giorni - Dice Salvatore - Bellissimi panorami e bel tempo, avrei dovuto fermarmi a Oruro, ma ho preferito proseguire, visto che la città, oltre al carnevale, non offre nulla. In serata sono arrivato a Challapata, un posto sperduto che ha avuto un po' di visibilita' solo grazie alla Dakar del 2016. Challapata non offre gradi possibilità di alloggio. Così, trovo l'unico posto dove poter mettere la moto al riparo, l'Alojamento Universal. Una stanza senza nulla, bagno in comune... L'ultima volta in cui sono state cambiate le lenzuola del letto, forse fu proprio in occasione della Dakar. Merita una menzione l'asciugamano: sporco. Ho dovuto discutere non poco per averne uno, diciamo, pulito. Ma per 3 euro a notte (sic!) mi accontento. Trascorro la notte in sacco a pelo e la mattina presto parto per Potosi. Città graziosa: tutto un sali scendi che a 4070 m è uno sforzo immane. Qui ho fatto una delle esperienze piu' incredibili della mia vita: la visita alle miniere di argento. Il Cerro de la Plata è la vera ricchezza di questo posto e alcuni ex-minatori, con lo scopo di aiutare le cooperative, organizzano dei tour nelle miniere che sono in piena attività. Prima di entrare nella miniera, tappa al mercatino per acquistare (è facoltativo) generi da regalare ai minatori: acqua, coca-cola, alcool puro e... dinamite! E' loro usanza il venerdi bere alcool puro per festeggiare la fine della settimana lavorativa. E' una specie di rito propiziatorio, a cui mio malgrado mi sono prestato (la guida diceva che era molto scortese non accetttare). Durante la visita, però, ci siamo dovuti fermare in un angolo 'sicuro' perchè dovevano detonare dieci cariche esplosive. Che gioia per me che odio gli spazi chiusi. Dopo un minuto in miniera ho dovuto bloccare la cordata per prendere fiato e cercare di governare il senso di asfissia alle stelle. Sconsiglio a chiunque di fare una visita come questa, o, almeno, se proprio volete, assicuratevi prima che non siano in programma detonazioni. Non dimenticherò mai questo giorno. Non dimenticherò mai la dignità dei minatori, schivi ma orgogliosi del loro pericolosissimo lavoro. Le immagini e il video (da ascoltare con l'audio) si commentano da soli. "















https://www.inazumacafe.com/search?q=Latinoamericana&max-results=20&by-date=true


No comments:

Post a comment

Unsigned comments and comments containing links will be removed.
I commenti non firmati e quelli che contengono links saranno rimossi.

Bottom Ad [Post Page]